Endurance Classic, 117 Racing Team tradito da una foratura mentre era in lotta per la vittoria del campionato

Si è disputata nel circuito di Misano la prova del campionato europeo Endurance Classic ove il 117 Racing Team è stato uno dei team protagonisti della corsa. Prima di parlarvi di come è andata la gara andiamo a conoscere, per chi non avesse letto gli articoli precedenti, chi è e cosa fa il 117 Racing Team.

Il 117 Racing Team è un team della periferia di Milano con la passione del motociclismo ed in particolare delle corse di endurance.
Il team, oltre ai numerosi successi ottenuti nelle gare alle quali partecipa, è conosciuto nell’ambiente per la struttura ben avviata e l’intesa ed affinità che c’è tra i componenti del gruppo. Gruppo composto da amici e famigliari molto uniti che credono in questo sport e lo portano avanti con immensa passione e divertimento.

117 Racing Team

Il 117 Racing Team corre in sella ad una Suzuki GS 1100 costruita interamente a mano, il che lo rende un vero e proprio prototipo dell’officina ELLEMOTORS di Seregno che si impegna sfruttando tutte le sue competenze per portare questa Suzuki d’epoca il più vicino possibile ad un mezzo moderno e competitivo.
Telaio, sospensioni, freni e motore sono tutti particolari da curare su questa Suzuki per farla correre molto veloce tra i cordoli. Un serbatoio in vetroresina, realizzato interamente a mano dalla carrozzeria di fiducia Giovanni Maggi di Paderno Dugnano, permette di contenere più benzina dato che si tratta di corse di endurance dove la vittoria può arrivare anche con una tattica di gara ben studiata ai box.

suzuki gs 1100

Torniamo tra i cordoli di Misano dove, sabato sera 10 ottobre, ha preso il via la 4 ore dell’europeo Endurance Classic.

Al via della manifestazione hanno preso parte Nico Bonifacio e Luca Vitali che sostituisce Matteo Giordani a causa dell’accavallarsi di più gare.

Il nuovo equipaggio si è subito trovato bene con la moto fin dalle prove apportando solo qualche modifica per trovare un setup ottimale per entrambi i piloti. L’esperienza di Vitali (pilota di livello mondiale con la conquista del secondo posto nel mondo EWC) è stata molto determinante per la messa a punto della vecchia Suzuki (di nome Lola).

Dopo i turni di prove ufficiali la media dei tempi sul giro dei due piloti ha fatto scattare il team dalla sesta posizione in classifica generale e terzi come categoria di equipaggio.

Al via Luca Vitali, dopo una partenza un po difficile, ha recuperato bene portando al limite questa Suzuki del 1983 e mantenendo un passo di gara molto elevato.

Il primo cambio con Nico Bonifacio avviene dopo 45 minuti (gestito dai ragazzi del muretto box Alice, Margherita, Stefano e Carlo, impeccabili nel comunicare e gestire la situazione per tutta la gara) in maniera rapida e senza errori, così come avvenne per tutti gli altri cambi successivi.

In testa alla corsa c’erano 3 team con pochissima distanza fra di loro a contendersi la vittoria. Agguerriti e tutti e tre pronti a dare il massimo per portare a casa la vitoria, rendendo questa gara di endurance una vero spettacolo per gli spettatori.

Il 117 Racing Team all’ultimo cambio, quando mancano all’incirca 23 minuti alla fine della gara, guadagna 2 secondi a giro sul team di testa ed è proiettato verso la vittoria, quando una foratura improvvisa costringe l’equipaggio a rientrare ai box e riparare la ruota anteriore.

Rientrati in pista ormai quarti e a 10 minuti dalla fine, le speranze di una vittoria o di un podio erano ormai svanite.

Nonostante tutto la consapevolezza del team è quella di aver dato il 100% e di essere sempre stato nelle prime posizioni a lottare per la vittoria finale.

Il risultato migliore e più emozionante è stato quello di aver ricevuto aiuti dai team concorrenti durante il guasto e un grande applauso al rientro in pista da avversari e giudici di gara, il che fa capire e comprendere quanto il 117 Racing Team sia stimato nell’ambiente.

Nonostante tutto siamo sempre presenti con la nostra passione e credo per questa disciplina, queste sono le gare dobbiamo accettarlo e guardare avanti porgendo sempre un immenso grazie ai nostri sponsor che fanno dei nostri sogni e progetti una realtà.

Queste le parole finali del team al termine della gara, che rientra a Milano con lo sguardo già proiettato al 2021.

Articolo precedente

One Reply to “Endurance Classic, 117 Racing Team tradito da una foratura mentre era in lotta per la vittoria del campionato”

  1. Cristopher

    Questo è un Team Formidabile;
    dettato dall’amore tra le moto e l’amicizia che lega questo gruppo forte di ogni suo dettaglio!
    Ho avuto la possibilità è la fortuna di partecipare ad un Gran Premio di Misano e vedere da vicino l’atmosfera Fantastica che gira attorno al Team!
    Un Team che continua sempre a dare molte soddisfazioni in pista e al di fuori!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Area riservata Community

Entra in area riservata

Non fai ancora parte della community? REGISTRATI
giacca suzuki motogp
portachiavi suzuki

Contatti e collaborazioni

Per informazioni, segnalazioni e richieste di collaborazione su contenuti e pubblicità contattaci scrivendo a info@suzukisport.it

Articoli recenti

Suzuki Sport su Instagram

Segui Suzuki Sport su Instagram

Suzuki Racing News

Suzuki Motor of America and Team Hammer closed out a memorable 2020 MotoAmerica AMA/ FIM North Ameri

To celebrate Alex Rins and Joan Mir's second and third place podiums at the weekend&apo

Back under the lights for the second race in as many weeks at MotorLand Aragon, Team Suzuki Ecstar

The Team Suzuki Ecstar pairing of Joan Mir and Alex Rins came into Saturday's action feelin

Following a brilliant race in Aragon last weekend, which saw Alex Rins take victory and Joan Mir pla